Categorie
Ecuador

Visita il centro storico di Quito in modo rapido e economico!

Hai a disposizione un solo giorno per visitare Quito? Scopri le tappe principali! Tour rapido e economico del centro storico.

La capitale ecuadoriana è stata la prima città al mondo dichiarata Patrimonio dell’Umanità

Povera La Paz. Se la Bolivia non l’avesse scelta come sola sede del governo, oggi potrebbe vantarsi di essere la capitale più alta del mondo.

Quito le strappa il titolo, e può far vanto di altri primati. Quali?

caldo-gallina-quito
Forse quello della miglior zampa di gallina nel brodo?

Per esempio, quello di essere stata la prima città al mondo dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1978 (insieme a Cracovia). I palazzi storici, le case coloniali e gli edifici religiosi del centro storico di Quito ne fanno un gioiello unico in tutto il pianeta.

panoramica-quito
Panoramica di Quito dalla cima della sesta tappa di questo tour.

Io e la mia compagna abbiamo fatto volontariato per tre settimane nella capitale dell’Ecuador. Se il tuo programma prevede pochi giorni nella capitale, non ti preoccupare. Ho preparato per te un tour di una giornata del centro storico. Sempre con un occhio al portafoglio.

Indice

Partenza: Piazza dell’Indipendenza

quito-plaza-grande
Ultime panchine in offerta, venghino signori!

Nota anche come Plaza Grande, è il simbolo dell’indipendenza storica della città. I quiteños amano rilassarsi seduti all’ombra delle rigogliose piante. E guarda un po’ qui sotto che bellezza li circonda.

Perché iniziare qui la tua giornata? Perché eviterai la sfida quotidiana tra turisti e locali a chi affolla di più la piazza.

Prima tappa: Palazzo di Carondelet

quito-palazzo-carondelet
Anche oggi giornata di proteste davanti al palazzo.

Sede del Governo dell’Ecuador e residenza del Presidente della Repubblica. Spesso il povero Presidente si risveglia la mattina con un drappello di persone intente a protestare davanti a casa sua.

Come ho imparato a mie spese, gli ecuadoriani non si tirano indietro dalle proteste (ma questa è un’altra storia che ti racconterò più avanti).

T-Rex curioso

Ogni lunedì alle 11:00 è possibile assistere al cambio della guardia.

Il nome dell’edificio deriva dal barone Francisco Luis Héctor de Carondelet, rappresentante della Corona spagnola in Ecuador. Fu lui che ordinò la restaurazione del palazzo presidenziale, completato poi nel 1803.

Gli ecuadoriani furono talmente entusiasti del risultato che decisero di prenderselo 17 anni dopo con la Battaglia di Pichincha, liberandosi dal dominio spagnolo.

Ebbravo Francisco!

Info utili

Orari: mar-dom 9:00-16:00

Costo: gratuito (prenota la visita almeno il giorno prima)

Seconda tappa: Chiesa della Compagnia di Gesù

quito-chiesa-compagnia
Interno della Chiesa della Compagnia: la sua principale caratteristica è la sobrietà.

Si consigliano un bel paio di occhiali da sole all’entrata della chiesa, per non rimanere accecati dal bagliore d’oro.

Il braccino del T-Rex

L’accesso è gratuito la prima domenica del mese.

A soli 5 minuti a piedi da Plaza Grande, il complesso composto dalla chiesa e dal convento è un esempio di stile barocco tra i più ammirati al mondo.

Il mio umilissimo parere? Sono i dollari per un biglietto d’ingresso meglio spesi nel centro storico di Quito.

Info utili

Orari: lun-ven 09:30-13:00 – 14:00-18:00, sab 09:00-16:30, dom 13:00-16:30

Costo: 4,00 USD adulti – 2,00 USD studenti

Terza tappa: Piazza e Chiesa di San Francesco

quito-chiesa-san-francesco
Due donne intente a leggere il mio blog davanti alla Chiesa di San Francesco.

Svoltato l’angolo con calle Sebastián de Benalcázar, ti troverai nella Piazza di San Francesco. Un tempo sede del mercato principale di Quito, è uno spazio mistico dove potrai visitare anche l’omonima chiesa.

Non dimenticarti di visitare i suoi magnifici giardini all’interno dei vari claustri.

Info utili

Orari: lun-sab 9:00-17:30, dom 9:00-13:00

Costo: gratis (solo chiesa)

Quarta tappa: calle de La Ronda

quito-ronda

Le case coloniali la fanno da padrone in calle Morales – o come è meglio conosciuta, La Ronda. Di giorno i turisti ne approfittano per scattarsi un selfie o comprare souvenir e prodotti locali.

Ma è la notte il momento in cui La Ronda dà il suo meglio. Nella stradina affollata i bar offrono musica dal vivo e i ristoranti tipici servono piatti squisiti a prezzi economici.

quito-burger-pizza
Ok, forse non tutti così squisiti.

T-Rex curioso

Dopo aver provato i vari ristoranti de La Ronda, La Casa de la Empanada Gigante resta la mia preferita. Si può scegliere fra tre tipi di impasti e tre dimensioni dei tipici fritti di Quito. La empanada è gonfissima, ma ti assicuro che non si può dire lo stesso del prezzo!
quito-empanada-gigante
Forse l’estetica non è tra le sue qualità. Ma non potrò mai dimenticare quel ripieno di formaggio e verdure…

Quinta tappa: Piazza e Chiesa di San Domenico

quito-piazza-san-domenico
Vista della piazza di San Domenico

A metà della stretta calle de La Ronda, troverai una strada in salita. Da lì potrai accedere direttamente alla Piazza di San Domenico, un altro grandissimo spazio aperto.

Anche la chiesa sulla destra ha un grandissimo fascino. Come molti edifici religiosi in Sudamerica, mischia gli stili barocco, rococò e mudéjar.

Il braccino del T-Rex

Se hai bisogno di centellinare le spese, ti consiglio di preferire la visita della Chiesa della Compagnia o quella di San Francesco.

Info utili

Orari: lun-ven 7:00-13:00 – 17:00-18:45

Costo: 3,00 USD

Pausa pranzo: calle Guayaquil

Lo stomaco inizia a brontolare, vero? Non temere: la lunga calle Guayaquil che ti condurrà fino alla prossima tappa offre diversi ristoranti tipici con menù dai costi contenuti. Per questa volta non ti fermare al Burger King che ti trovi sulla destra, dai!

Il consiglio del T-Rex

Una volta superata Plaza Chica (la sorella minore di Plaza Grande) e vari negozi del centro, arriverai al Teatro Sucre. Se il tuo tempo (e il tuo budget) te lo consente, dai un’occhiata al programma della settimana. Può essere un’occasione per tuffarti ancora di più nella cultura ecuadoriana.

Sesta tappa: Basilica del Voto Nazionale

quito-basilica-voto

Questa imponente basilica in stile neogotico è uno dei punti perfetti per ammirare la città dall’alto. Non a caso l’ho tenuta come penultima tappa del nostro tour, quando potrai goderti un fantastico tramonto sopra il centro storico di Quito.

Il braccino del T-Rex

L’ingresso alla Basilica ha un costo di 2,00 USD. Un altro accesso invece ti condurrà in cima alle tre torri, pagando altri 2,00 USD.
Tieni presente che durante la salita potrai ammirare anche l’interno dell’edificio dall’alto, quindi valuta bene se acquistare entrambi i biglietti.
quito-basilica-voto-interno
Noi l’interno della basilica l’abbiamo visto così: cosa non si fa per risparmiare!

L’avventura sulle torri della basilica prevede l’attraversamento di un ponte lungo tutta la campata e la possibilità di godersi una birra mentre ammiri il panorama.

Sì, hai letto bene: oltre a due negozi di souvenir, la basilica è dotata anche di un bar al secondo piano. Aperitivi in nome della santità!

quito-basilica-voto-tetto
Chissà se Indiana Jones avrebbe avuto il coraggio di attraversare il tetto della basilica…

Info utili

Orari: lun-dom 9:00-17:00

Costo: 2,00 USD (basilica) + 2,00 USD (torri)

Fine: San Blas

quito-san-blas

Usciti dalla basilica, sarai a due passi dal celebre quartiere di San Blas – noto per i caffè e le birrerie artigianali. Goditi una piccola siesta dopo tutti i gradini della basilica che hai dovuto affrontare.

Sono tanti i free walking tour in città che in poche ore ti possono mostrare le tappe principali del centro storico di Quito. Io amo viaggiare al mio ritmo, piuttosto che inseguire di corsa un gruppo di turisti.

E tu come preferisci visitare le città? Scrivilo qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *